http://metodocaruso.com/uploads/images/Sfondi/20_1050.jpg
Roccia Ghiaccio Neve
Sintesi delle Tecniche

Le due facce della stessa medaglia: il corpo umano e gli sci

  • A. Dall’alto verso il basso: si utilizza lo spostamento del peso del corpo per guidare il movimento degli sci
  • B. Dal basso verso l’alto: si utilizza il movimento dei piedi per guidare il movimento degli sci
  • Il Metodo inizia da A per includere B

 

Le Tecniche Principali del metodo riguardano:

  • Le 3 posizioni del peso, direzione longitudinale e laterale
  • I 3 differenti assetti del corpo
  • Isolamento bacino/busto
  • Ambio e incrociato nelle differenti situazioni
  • Slittamento diagonale per migliorare il controllo degli sci e lo spostamento del peso: centro, avanti,  indietro
  • Spazzaneve, come gestire il peso per curvare nel minor spazio possibile e poter controllare la velocità anche nelle situazioni più difficili: dall’assetto in ambio a quello incrociato (ambio + incrociato)
  • Sostituzione dalla diagonale e da fermo
  • Parallelo con cambio di peso e con movimento incrociato simultaneo
  • Parallelo con distensione marcata (punto morto), con “doppio peso” e con movimento incrociato simultaneo
  • Parallelo senza distensione, movimento incrociato non simultaneo
  • Parallelo con rotazione del busto: su gobba con doppio appoggio, curva con doppio appoggio, curva  saltata con doppio appoggio, da fermo, terreno ripido
  • Curva saltata da fermi e sul posto (incrociato simultaneo)
  • Parallelo con percezione dell’8 o ∞ (infinito)
  • Esercizio del “cerchio” propedeutico alla gestione del peso su neve fresca
  • Parallelo su neve fresca, con percezione dell’8 inverso  o ∞ (infinito) da fermo, con doppio appoggio

 

RISALITA CON TESSILFOCA

  • Passo base con la pausa e con braccia larghe
  • Passo Incrociato Evoluto con isolamento bacino/busto
  • Inversione con schema Incrociato Simultaneo
  • Inversione con schema Incrociato Evoluto